Discussione:
[sondaggio]: Perchè scatta "l'istinto" fotografico?
(troppo vecchio per rispondere)
Angelo Fragliasso
2006-04-28 08:21:02 UTC
Permalink
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?

La butto lì, così... magari viene fuori qualcosa di interessante...

Saluti a tutt, Angelo
nanni
2006-04-28 08:55:18 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
A leggere i commenti su questo ng sembra che la maggior parte dei
partecipanti sia più interessato
alla ferramenta che alla foto, si disquisisce se il vetro è tagliente come
un rasoio o morbido come un
piumino, se l'af è rapido o lento e cose di questo genere. Sembra che
prevalga la ricerca di
autosoddisfarsi nel possedere un oggetto piuttosto che un altro, un po'
quello che succede con l'alta
fedeltà dove la musica finisce col diventare un complemento di secondo
piano.
Si rincorre per anni un obiettivo e poi quando lo si è finalmente
acquistato si continuano a fare foto
brutte e anonime.
Io sinceramente in una foto preferisco l'emozione alla tecnica, non mi è
mai capitato di soffermarmi
sull'incisione o sulla nitidezza. Una foto o è bella o è brutta o è
anonima, la qualità è importante ma
non aggiunge la voce ad una fotografia muta...
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Phantom
2006-04-28 09:13:45 UTC
Permalink
Post by nanni
A leggere i commenti su questo ng sembra che la maggior parte dei
partecipanti sia più interessato
alla ferramenta che alla foto, si disquisisce se il vetro è tagliente come
un rasoio o morbido come un
piumino, se l'af è rapido o lento e cose di questo genere. Sembra che
prevalga la ricerca di
autosoddisfarsi nel possedere un oggetto piuttosto che un altro, un po'
quello che succede con l'alta
fedeltà dove la musica finisce col diventare un complemento di secondo
piano.
Si rincorre per anni un obiettivo e poi quando lo si è finalmente
acquistato si continuano a fare foto
brutte e anonime.
Io sinceramente in una foto preferisco l'emozione alla tecnica, non mi è
mai capitato di soffermarmi
sull'incisione o sulla nitidezza. Una foto o è bella o è brutta o è
anonima, la qualità è importante ma
non aggiunge la voce ad una fotografia muta...
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
Io probabilmente, non so cogliere quell' attimo particolare che da un
significato alla foto, ma la penso esattamente come te.
Qst nq (90%) è fatto da persone che sono alla continua ricerca di un
'attrezzatura sempre più prestigiosa e completa, ma che poi effettivamente
non sfruttano.
Per carità la qualità della foto sarà talvolta eccezzionale, ma la foto in
se non comunica nulla, e la stessa la si potrebbe fare con una qualsiasi
analogica usa e getta, magari meno nitida e più sfocata, ma ugualmente
"muta".
L' esempio che hai fatto dell' alta fedeltà calza a pennello. Non riuscivo a
trovare un esempio migliore.
Conosco persone che hanno speso milioni (di vecchie lire), per impianti ad
altissima fedeltà, quando poi ascoltano la radio...
Mikelez
2006-04-28 09:41:13 UTC
Permalink
"nanni"
Post by nanni
A leggere i commenti su questo ng sembra che la maggior parte dei
partecipanti sia più interessato
alla ferramenta che alla foto, si disquisisce se il vetro è tagliente come
un rasoio o morbido come un
piumino, se l'af è rapido o lento e cose di questo genere. Sembra che
prevalga la ricerca di
autosoddisfarsi nel possedere un oggetto piuttosto che un altro, un po'
quello che succede con l'alta
fedeltà dove la musica finisce col diventare un complemento di secondo
piano.
Questo (purtroppo?) capita con tutti gli "hobby", basta guardare alcuni
cicloamatori che portano in giro per le strade migliaia (o decine di
migliaia) di euro di attrezzatura e talvolta sanno a malapena pedalare,
oppure basta andare su una pista da sci, oppure guardare alcune moto
parcheggiate fuori da un bar (170cv, scarichi racing, pedane arretrate,
centraline rimappate e.. 500 km/anno percorsi) oppure... [continuare a
piacimento].

io credo che sia dovuto a tre fattori:
1. Siamo tutti consumatori e, in maniera più o meno consapevole, più o meno
accentuata, cadiamo tutti vittime sotto un continuo bombardamento
pubblicitario (esplicito o meno che sia) il quale ci instilla una continua
insoddisfazione per ciò che non siamo a cui crediamo di poter porre rimedio
con ciò che possiamo avere (es: *vorrei essere* un fotografo, *mi compro*
una macchina fotografica adeguata). Questo è il motore della nostra
economia, nel bene e nel male.
2. Il tempo che abbiamo a disposizione per le nostre attività extra
lavorative è sempre meno, quasi mai la cosa che ci piace davvero fare
coincide con il nostro mestiere, di conseguenza non riusciamo ad esprimere
al meglio le nostre passioni, talvolta, in quei pochi minuti/giorno abbiamo
giusto il tempo di imparare le basi. Quindi sfoghiamo la nostra passione
repressa acquistando l'oggetto.
3. Entrare in possesso di un oggetto è una cosa che produce soddisfazione
immediata, non so se a causa di 1 e 2, ma di fatto è questo un meccanismo
assodato e spiegato da frotte di psicologi.

...o almeno questa è la mia idea :)
Kappa^
2006-04-28 10:28:05 UTC
Permalink
Post by nanni
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
A leggere i commenti su questo ng sembra che la maggior parte dei
partecipanti sia più interessato
alla ferramenta che alla foto, si disquisisce se il vetro è tagliente come
un rasoio o morbido come un
piumino, se l'af è rapido o lento e cose di questo genere. Sembra che
prevalga la ricerca di
autosoddisfarsi nel possedere un oggetto piuttosto che un altro, un po'
quello che succede con l'alta
fedeltà dove la musica finisce col diventare un complemento di secondo
piano.
E' verissimo e anche naturale direi, la macchina fotografica è un pò un
giocattolo, almeno per me agli inizi.
Post by nanni
Si rincorre per anni un obiettivo e poi quando lo si è finalmente
acquistato si continuano a fare foto
brutte e anonime.
Io sinceramente in una foto preferisco l'emozione alla tecnica, non mi è
mai capitato di soffermarmi
sull'incisione o sulla nitidezza. Una foto o è bella o è brutta o è
anonima, la qualità è importante ma
non aggiunge la voce ad una fotografia muta...
Quoto tutto.
Certo il fascino dell'avere una bella macchina ed essere contenti delle sue
prestazioni è comunque un bell'aspetto della fotografia; poi una foto bella
realizzata anche tecnicamente bene diventa mooolto più bella.
Worst_News©
2006-04-28 12:16:02 UTC
Permalink
Post by nanni
A leggere i commenti su questo ng sembra che la maggior parte dei
partecipanti sia più interessato
alla ferramenta che alla foto,
<cut>

Amen, fratello.

Però, aggiungo, quando ti capita lo scatto della tua vita e ti accorgi
di averlo fatto col cellulare invece che con una 350D forse ti rode un
pochino. ;-)


Worst_News©
Il Lato Pigro della Forza®
nanni
2006-04-28 13:32:19 UTC
Permalink
Post by Worst_News©
Però, aggiungo, quando ti capita lo scatto della tua vita e ti accorgi
di averlo fatto col cellulare invece che con una 350D forse ti rode un
pochino. ;-)
Il mio cellulare non fa le foto...

Quante foto della vita hai fatto fino ad ora?

Se le hai fatte con una 350D passerai il resto dei tuoi giorni a pensare
che se avessi avuto una EOS
1Ds Mark II sarebbero venute sicuramente meglio.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Marco & Co.
2006-04-28 09:13:40 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
Secondo me il bello delle foto è che hanno il potere di evocare a terzi
delle emozioni, e rievocare in te stesso delle atmosfere e dei momenti che
hai vissuto.

Se una foto ti colpisce, ti provoca un qualunque mutamento d'umore o di
causa una sensazione forte, allora ha raggiunto il suo scopo, che sia
tecnicamente perfetta o no.

Io faccio foto nella speranza un giorno di rivederle e provare un'emozione
cosi'.

Marco
Leonardo Broseghini
2006-04-28 09:36:35 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
E' la paura di diventare vecchi e di morire: con la foto si congela il
tempo.
Io e mia moglie avremo sempre vent'anni, mia figlia sempre tre, almeno
nell'interno della cornice in salotto.

Ciao, Leo
Eta Beta
2006-04-28 09:51:46 UTC
Permalink
On Fri, 28 Apr 2006 11:36:35 +0200, "Leonardo Broseghini"
Post by Leonardo Broseghini
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
E' la paura di diventare vecchi e di morire: con la foto si congela il
tempo.
Io non ho nessuna paura di invecchiare o di morire, pero' fare foto mi
piace lo stesso.

/* Eta Beta */
Leonardo Broseghini
2006-04-28 10:23:58 UTC
Permalink
Post by Eta Beta
Io non ho nessuna paura di invecchiare o di morire, pero' fare foto mi
piace lo stesso.
E' chiaro ch la risposta ad una domanda del genere è estremamente
soggettiva.
Però...una curiosità: quanti anni hai ?

Ciao, Leo
Leonardo Broseghini
2006-04-28 10:23:58 UTC
Permalink
Post by Eta Beta
Io non ho nessuna paura di invecchiare o di morire, pero' fare foto mi
piace lo stesso.
E' chiaro ch la risposta ad una domanda del genere è estremamente
soggettiva.
Però...una curiosità: quanti anni hai ?

Ciao, Leo
--
----------------------------------------
La mia Cartella di Posta in Arrivo è protetta da SPAMfighter
566 messaggi contenenti spam sono stati bloccati con successo.
Scarica gratuitamente SPAMfighter!
Eta Beta
2006-04-28 13:01:08 UTC
Permalink
On Fri, 28 Apr 2006 12:23:58 +0200, "Leonardo Broseghini"
Post by Leonardo Broseghini
Post by Eta Beta
Io non ho nessuna paura di invecchiare o di morire, pero' fare foto mi
piace lo stesso.
E' chiaro ch la risposta ad una domanda del genere è estremamente
soggettiva.
Che e' dove volevo arrivare :-)

Fare foto, come qualsiasi altra cosa, puo' piacere per talmente tanti
motivi diversi che e' impossibile attribuirgli un significato univoco.
Post by Leonardo Broseghini
Però...una curiosità: quanti anni hai ?
40 tra un paio di mesi e una splendida forma fisica, probabilmente e'
per quello che non ho paura di invecchiare e di morire, chissa' magari
un giorno ne saro' terrorizzato, oppure sara' una liberazione.

Resta il fatto che in questro momento non ho paura ma fotografare mi
piace lo stesso :-)

/* Eta Beta */
Gianni Rondinini
2006-05-03 16:33:36 UTC
Permalink
Post by Eta Beta
40 tra un paio di mesi e una splendida forma fisica, probabilmente e'
dai, cerca di ricordare quando hai smesso di contare gli anni ;)

saluti
--
Gianni Rondinini (30, tanti, RA)
Nikon user - Bmw driver
http://bugbarbeq.deviantart.com
Leonardo Broseghini
2006-04-28 09:36:35 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
E' la paura di diventare vecchi e di morire: con la foto si congela il
tempo.
Io e mia moglie avremo sempre vent'anni, mia figlia sempre tre, almeno
nell'interno della cornice in salotto.

Ciao, Leo
--
----------------------------------------
La mia Cartella di Posta in Arrivo è protetta da SPAMfighter
566 messaggi contenenti spam sono stati bloccati con successo.
Scarica gratuitamente SPAMfighter!
_merlinO_
2006-04-28 09:53:02 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
Mio padre e' una vita che fotografa, ho una camera oscura fissa in cui
andavo già quando avevo 3 anni (agitavo le bacinelle). La mia passione
era vedere comparire le immagini sulla carta pian piano. Essendo
cresciuto con la fotografia mi viene difficile stabilire qual e' stato
il motivo per cui ho iniziato a scattare, per me e' sempre stata una
cosa normale, naturale, fare foto.
Invece ricordo un momento in età adulta in cui fare fotografie e'
diventata una necessità per non perdere memoria dei momenti della mia
vita, per ricordare in pratica. E' stata una presa di coscienza
aghiacciante: persone, luoghi ed eventi che erano stati importantissimi
a un certo punto sembrava non fossero mai esistiti, che me li fossi
inventati. Allora ho iniziato a pensare che fissarli su carta fosse un
buon modo per ricordare. Oggi riguardo foto di ragazze con cui ho avuto
intense storie d'amore che ormai non vedo piu' da anni, amici che si
sono trasferiti o che non frequento piu', locali e posti che non
esistono piu' e quei pezzi di carta sono le uniche prove di un mio
passato che e' scomparso. Persino io a volte stento a credere che anni
addietro ero cosi' diverso da come sono oggi.
Post by Angelo Fragliasso
Saluti a tutt, Angelo
merlinO
Eta Beta
2006-04-28 09:56:05 UTC
Permalink
Post by _merlinO_
Persino io a volte stento a credere che anni
addietro ero cosi' diverso da come sono oggi.
Concordo, quando non eri ancora Nikonista eri molto meglio.

:-)

/* Eta Beta */
_merlinO_
2006-04-28 09:58:10 UTC
Permalink
Post by Eta Beta
Concordo, quando non eri ancora Nikonista eri molto meglio.
:-)
Ma io non sono Nikonista :) In passato ho avuto anche una Ixus...
Post by Eta Beta
/* Eta Beta */
merlinO
Pastello
2006-04-28 10:25:29 UTC
Permalink
Io l'ictus ancora non l'ho mai avuto.
Speriamo ...
Eta Beta
2006-04-28 13:18:31 UTC
Permalink
Post by _merlinO_
Ma io non sono Nikonista :)
Il vero Nikonista non sa' di esserlo :-)
Post by _merlinO_
In passato ho avuto anche una Ixus...
Ne ho una anch'io!, la uso come lassativo :-)

/* Eta Beta */
Grattachecca
2006-04-29 09:14:56 UTC
Permalink
E' incredibile come la tua storia sia identica alla mia............
non mi era mai capitato di guardarmi dal di fuori..
Roberto
Post by _merlinO_
Mio padre e' una vita che fotografa, ho una camera oscura fissa in cui
andavo già quando avevo 3 anni (agitavo le bacinelle). La mia passione
era vedere comparire le immagini sulla carta pian piano. Essendo
cresciuto con la fotografia mi viene difficile stabilire qual e' stato
il motivo per cui ho iniziato a scattare, per me e' sempre stata una
cosa normale, naturale, fare foto.
Invece ricordo un momento in età adulta in cui fare fotografie e'
diventata una necessità per non perdere memoria dei momenti della mia
vita, per ricordare in pratica. E' stata una presa di coscienza
aghiacciante: persone, luoghi ed eventi che erano stati importantissimi
a un certo punto sembrava non fossero mai esistiti, che me li fossi
inventati. Allora ho iniziato a pensare che fissarli su carta fosse un
buon modo per ricordare. Oggi riguardo foto di ragazze con cui ho avuto
intense storie d'amore che ormai non vedo piu' da anni, amici che si
sono trasferiti o che non frequento piu', locali e posti che non
esistono piu' e quei pezzi di carta sono le uniche prove di un mio
passato che e' scomparso. Persino io a volte stento a credere che anni
addietro ero cosi' diverso da come sono oggi.
Post by Angelo Fragliasso
Saluti a tutt, Angelo
merlinO
Mikelez
2006-04-28 10:02:59 UTC
Permalink
"Angelo Fragliasso"
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
Io iniziai per caso. Da ragazzino in partenza per un viaggio un collega di
mio padre mi prestò la sua reflex manuale con un 35mm, dandomi 2 (due)
minuti di spiegazioni che ricordo ancora adesso (se tieni questo su 5.6 va
bene un po per tutto, quest'altro tieni su 125, lo porti fino a 500 se c'è
tanta luce o fino a 64 se poca luce, è a fuoco quando quelle linee non sono
spezzate). Forse furono proprio le scarse spiegazioni al cospetto di tante
manopole e pulsantini a farmi scattare la curiosità.

L'appagamento io lo provo soprattutto nel momento dello scatto ed in quello
immediatamente precedente. Un po meno quando riguardo le foto (sarà che non
sono mai come avrei voluto?). Salvo rarissimi scatti a cui sono
particolarmente legato, non provo moltissima soddisfazione nel riguardarle.
Soprattutto con l'avvento del digitale. La cosa che mi piace di più, ma un
po mi inqueta anche, è che quando ho la macchina al collo vedo tutto in
formato 4/3. Non riesco a guardare nulla senza pensare a come potrei
renderlo "migliore" con l'inquadratura giusta e a quale resa avrebbe. Da un
lato è divertente, ma talvolta mi sembra non riuscire a vedere le cose con i
miei occhi, ma con quelli della macchina.
Post by Angelo Fragliasso
La butto lì, così... magari viene fuori qualcosa di interessante...
Mi pare un'ottima idea.
tenshi
2006-04-28 10:39:08 UTC
Permalink
Post by Mikelez
La cosa che mi piace di più, ma un
po mi inqueta anche, è che quando ho la macchina al collo vedo tutto in
formato 4/3. Non riesco a guardare nulla senza pensare a come potrei
renderlo "migliore" con l'inquadratura giusta e a quale resa avrebbe. Da un
lato è divertente, ma talvolta mi sembra non riuscire a vedere le cose con i
miei occhi, ma con quelli della macchina.
Chiamasi "deformazione professionale"...
Tutti, chi + chi-, ne soffriamo in qualche maniera.
Io dopo 12 anni passati a lavorare in falegnameria ancora oggi, dopo 4
anni che ho cambiato lavoro, se entro in una casa in cui non sono mai
stato faccio fatica a frenarmi dal controllare la qualità dei mobili (
Senza contare che spesso, saputi i miei trascorsi falegnameristici, sono
proprio i padroni di casa a chiedermi un parere...).
Oggi la cosa si sta ripetendo con il mio nuovo lavoro di adattatore
grafico di fumetti e letterista, non riesco a prenderne in mano uno
senza valutare il lavoro del letterista e dell'adattatore grafico.
Sinceramente trovo la cosa leggermente irritante...
--
Non c'è cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo!
(Carlo Pedersoli)

Le opinioni, si sà, sono come i coglioni... Ognuno ha i suoi.
(Giorgio Gaber)(Mi dicono l'abbia detta anche Clint Eastwood)
Pastello
2006-04-28 10:28:27 UTC
Permalink
Io fotografo perché mi piace e per conservare dei ricordi.

Credo che mi spinga anche la voglia di "immortalare" le cose come le vedo
io.
Garcia
2006-04-28 10:56:35 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
Si fotografa perche' le nostre foto ci sopravviveranno.
--
echo 15225453802040233345540387594P | dc
tenshi
2006-04-28 11:01:48 UTC
Permalink
On Fri, 28 Apr 2006 10:21:02 +0200, "Angelo Fragliasso"
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare?
Contagiato indirettamente da mio padre che da giovane era appassionato
di fotografia.
Post by Angelo Fragliasso
Qual'è il fine?
Condividere ricordi ed emozioni.
Post by Angelo Fragliasso
Qual'è l'appagamento psicologico della fotografia?
Riuscire a fare quello che vuoi fare ma anche capire dove hai sbagliato.
Il giorno che ruscirò a fotografare un fulmine credo che proverò la mia
maggiore soddisfazione.
--
Non c'è cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo!
(Carlo Pedersoli)

Le opinioni, si sà, sono come i coglioni... Ognuno ha i suoi.
(Giorgio Gaber)(Mi dicono l'abbia detta anche Clint Eastwood)
marco ghio
2006-04-28 11:09:04 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
La butto lì, così... magari viene fuori qualcosa di interessante...
Saluti a tutt, Angelo
Noto che la tua domanda ha avuto un grande interesse, però nessuno
(finora) ha parlato di ricerca di qualcosa di artistico? Oltre che ai
ricordi le foto sono anche ricerca del bello e perciò arte.
ciao marco
_merlinO_
2006-04-28 12:06:51 UTC
Permalink
Post by marco ghio
Noto che la tua domanda ha avuto un grande interesse, però nessuno
(finora) ha parlato di ricerca di qualcosa di artistico? Oltre che ai
ricordi le foto sono anche ricerca del bello e perciò arte.
Perche l'arte o la comunicazione fanno parte dell'evoluzione del fotografo,
mentre qui parliamo degli albori.
Post by marco ghio
ciao marco
merlinO
nanni
2006-04-28 13:14:27 UTC
Permalink
Post by marco ghio
Noto che la tua domanda ha avuto un grande interesse, però nessuno
(finora) ha parlato di ricerca di qualcosa di artistico? Oltre che ai
ricordi le foto sono anche ricerca del bello e perciò arte.
Infatti, una della maggiori motivazioni è quella di cercare di creare
qualche cosa di artistico.

Molti di noi non essendo stati dotati da Madre Natura di altre capacità
artistiche manuali, quali il
disegno e la pittura, cercano di sopperire con la fotografia.

Ovviamente ben pochi ci riescono...

Allora rimangono i ricordi, la documentazione, il giocattolo feticistico.

La cosa strana è che nessuno pone domande per cercare di migliorare la
propria tecnica, cose tipo
il colore, la luce, le ombre.

Che un 300 ad apertura 2.8 sia più o meno tagliente conta ben poco se
siete tecnicamente scarsi,
ancora meno se il vostro senso artistico è nullo, a meno che non dobbiate
scattare immagini per
un catalogo.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Mikelez
2006-04-28 13:47:39 UTC
Permalink
"nanni"
Post by nanni
La cosa strana è che nessuno pone domande per cercare di migliorare la
propria tecnica, cose tipo
il colore, la luce, le ombre.
Ma tu saresti disposto a rispondere qui a domande di questa portata?
(occhio a cosa dichiari, perchè potrei prenderti in parola ;-) )
_merlinO_
2006-04-28 16:52:08 UTC
Permalink
Post by Mikelez
Ma tu saresti disposto a rispondere qui a domande di questa portata?
(occhio a cosa dichiari, perchè potrei prenderti in parola ;-) )
La risposta a queste domande tipicamente e': "prenditi un buon libro e
leggitelo". Cerchiamo di non essere ipocriti ;-)

merlinO
_merlinO_
2006-04-28 16:54:28 UTC
Permalink
Post by nanni
Infatti, una della maggiori motivazioni è quella di cercare di creare
qualche cosa di artistico.
Molti di noi non essendo stati dotati da Madre Natura di altre capacità
artistiche manuali, quali il
disegno e la pittura, cercano di sopperire con la fotografia.
[...]

Mi sembra un punto di vista sbagliato e anche un po' presuntuoso.


merlinO
PsychoWood
2006-05-01 12:32:17 UTC
Permalink
Post by _merlinO_
Post by nanni
Molti di noi non essendo stati dotati da Madre Natura di altre capacità
artistiche manuali, quali il disegno e la pittura, cercano di sopperire con
la fotografia.
Mi sembra un punto di vista sbagliato e anche un po' presuntuoso.
Quoto _merlinO_. Dalla frase di nanni sembra quasi che chiunque riesca
nella fotografia e nella pittura automaticamente sia un buon fotografo,
o che chiunque prenda in mano una macchina fotografica possa fare foto
artistiche..
Angelo Fragliasso
2006-04-28 18:57:43 UTC
Permalink
Post by nanni
Post by marco ghio
Noto che la tua domanda ha avuto un grande interesse, però nessuno
(finora) ha parlato di ricerca di qualcosa di artistico? Oltre che ai
ricordi le foto sono anche ricerca del bello e perciò arte.
Infatti, una della maggiori motivazioni è quella di cercare di creare
qualche cosa di artistico.
Molti di noi non essendo stati dotati da Madre Natura di altre capacità
artistiche manuali, quali il
disegno e la pittura, cercano di sopperire con la fotografia.
Io ho iniziato a fotografare perché frustrato dal fatto di non riuscire a
disegnare... avevo una vena artistica a cui dare sfogo... Successivamente ho
capito che la fotografia può essere comunicazione di sensazioni, sentimenti,
emozioni, delusione o stupore... insomma la proiezione di uno stato d'animo
davanti ad una scena... Ancora dopo è diventato reportage: cioè la voglia di
condividere con altri un esperienza, una scoperta...

Angelo
Uguccione
2006-04-28 11:14:30 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare?
Credo che tutti, prima o poi, abbiano preso in mano una compattina
C'è chi poi la ripone dentro l'armadio e c'è invece chi cerca di
migliorare la foto che ha fatto, di capire cosa succede dentro la
fotocamera, di fotografare tramonti e poi dedicarli a qualche girl.
Ai tempi in cui si crede ancora a babbo natale ricordo distintamente
che mi chiedevo come facesse (un tizio alla tv durante una sigla) a
camminare sulla parete laterale e poi sul soffitto.
... beh, bastava semplicemente girare una telecamera :-)
ma ai tempi ero veramente molto incuriosito perchè mi interessava capire
la tecnica.
Post by Angelo Fragliasso
Qual'è il fine?
Solitamente la propria soddisfazione nell' avere in mano un bel
prodotto.C'è chi dipinge, chi disegna e io uso una fotocamera.
Poi vale anche il discorso di immortalare per sempre un momento un
atteggiamento un'emozione una data un luogo, quello che vuoi.
Post by Angelo Fragliasso
Qual'è l'appagamento psicologico della fotografia?
Solitamente mi sento appagato quando ho in mano esattamente quello che
volevo fare. Dato che succede di rado, quelle poche volte sono
felicissimo; altrimenti cerco di capire cosa non è andato per il verso
giusto ed è la ricerca (o attesa) della perfezione a rendere felici.
E' un pò quel che diceva il buon Giacomino nel "sabato del villaggio".
Post by Angelo Fragliasso
La butto lì, così... magari viene fuori qualcosa di interessante...
Hai fatto proprio bene.
Riguardo al discorso dell' attrezzatura devo essere onesto, sono uno di
quelli "abbastanza malati" e per di più ti confesso che oltre alla
qualità fotografica mi piace avere a che fare con corpi robusti e
incazzosi e con ottiche altrettanto rigide.
E cmq sfido qls persona a prendere in mano una 1D markII N e a non
lasciarci il cuore (anche se io ci ho lasciato stipendio, tredicesima e
gratifica) stessa cosa dicasi per il Canon 70-200 stabilizzato e il
Canon 24-70 oppure il Sigma 300 f/2.8
Sono ottiche meravigliose piacevolissime da usare perchè se ci metto del
manico ottengo ottimi risultati ma anche perchè se appoggio il corredo
sul tavolo e lo guardo ci trovo una valenza estetica altissima.

Uguccione
CarloB
2006-04-28 12:08:13 UTC
Permalink
Post by Uguccione
E cmq sfido qls persona a prendere in mano una 1D markII N e a non
lasciarci il cuore (anche se io ci ho lasciato stipendio, tredicesima e
gratifica) stessa cosa dicasi per il Canon 70-200 stabilizzato e il
Canon 24-70
come ti capisco....
:-)))

ciao
carlob
Uguccione
2006-04-28 12:16:30 UTC
Permalink
Post by CarloB
Post by Uguccione
E cmq sfido qls persona a prendere in mano una 1D markII N e a non
lasciarci il cuore
come ti capisco....
:-)))
Aggiungo: soprattutto se non ci sono pixel moribondi....
:-))))))))))))))))))))))))))
altrimenti l'istinto fotografico diventa istinto omicida

Uguccione
CarloB
2006-04-28 12:19:25 UTC
Permalink
Post by Uguccione
Aggiungo: soprattutto se non ci sono pixel moribondi....
:-))))))))))))))))))))))))))
lurido verme schifossssoooo
Post by Uguccione
altrimenti l'istinto fotografico diventa istinto omicida
vabbè, ora il problema è risolto...
quando ci si vede ti racconto
:-)))

a proposito
quando ci si vede????

ciao
carlo
Uguccione
2006-04-28 12:41:01 UTC
Permalink
Post by CarloB
lurido verme schifossssoooo
touchè
Post by CarloB
vabbè, ora il problema è risolto...
quando ci si vede ti racconto
a proposito
quando ci si vede????
Domenica 30 oppure il 1° Maggio e vanno bene
eventi mondani, sfilate di gentil donzelle, caccia fotografica.
Con sottile accento preferenziale verso le gentil donzelle
Altrimenti dimmi tu!

Uguccione
CarloB
2006-04-28 13:42:43 UTC
Permalink
Post by Uguccione
Domenica 30 oppure il 1° Maggio e vanno bene
Domenica 30 lavoro
Lunedì 1 maggio sono a Rivolto per le frecce tricolori
:-)

ciao
carlob
Uguccione
2006-04-28 15:00:53 UTC
Permalink
Post by CarloB
Lunedì 1 maggio sono a Rivolto per le frecce tricolori
http://www.aeronautica.difesa.it/SitoAM/Default.asp?idnot=15452&idsez=2&idarg=&idente=1398

Vengono anche a Carpi (MO) e a Portomaggiore (FE)
Io li aspetto lì.
CarloB
2006-04-28 17:51:30 UTC
Permalink
Post by Uguccione
Vengono anche a Carpi (MO) e a Portomaggiore (FE)
Io li aspetto lì.
si, ma li vedrai solo passare, io ci vado a pranzo
:-)))

ciao
carlob
Uguccione
2006-04-28 19:41:03 UTC
Permalink
Post by CarloB
si, ma li vedrai solo passare, io ci vado a pranzo
familiare di peroni ghiacciata
frittatona di cipolle
e rutto libero ?

Uguccione
Eta Beta
2006-04-28 13:11:43 UTC
Permalink
Post by Uguccione
E cmq sfido qls persona a prendere in mano una 1D markII N e a non
lasciarci il cuore
A me succede solo con la Canon A-1, la piu' elegante ed eccitante
macchina fotografica della storia di questo pianeta.

Con un bel 35F2, rigorosamente senza winder ma con guancetta e tappo
sulla presa sincro, lucida e sensuale come solo una cromatura nera
puo' esserlo, che gioiello di macchina...

Al secondo posto, molto distaccata ma ancora eccezionale, la Nikon di
Celio Vibenna in configurazione Firenze.

Al terzo posto, la superfotocamera del momento...

/* Eta Beta */
CarloB
2006-04-28 13:42:46 UTC
Permalink
Post by Eta Beta
A me succede solo con la Canon A-1, la piu' elegante ed eccitante
macchina fotografica della storia di questo pianeta.
la mia A-1 è ancora in perfetta efficenza e lucidissima
:-)
ma al 35/F2 preferisco il 100/F2.8
:-)))

ciao
carlob
Eta Beta
2006-04-28 14:03:44 UTC
Permalink
Post by CarloB
Post by Eta Beta
A me succede solo con la Canon A-1, la piu' elegante ed eccitante
macchina fotografica della storia di questo pianeta.
la mia A-1 è ancora in perfetta efficenza e lucidissima
Che invidia, sono innamorato di quella macchina da una vita...

Me ne sono presa una bellissima nel 2002, ci sono impazzito dietro per
un po', compresi tre invii in assistenza perche' l'elettronica
smetteva di funzionare, e poi l'ho ridata dentro con l'idea di
riprenderne una perfetta.

Che sto cercando da anni ma trovo solo cessi :-|
Post by CarloB
ma al 35/F2 preferisco il 100/F2.8
Posso essere d'accordo :-)

Io avevo l'FDn20F2.8, 28F2, 50F1.8, 135F3.5 e 300F4, ho venduto tutto
insieme alla T90 (per una miseria) perche' ormai la pellicola non la
usavo piu', pero' una A-1 con il 35 mi piacerebbe davvero...

/* Eta Beta */
Celio Vibenna
2006-04-28 19:06:00 UTC
Permalink
Post by Eta Beta
Al secondo posto, molto distaccata ma ancora eccezionale, la Nikon di
Celio Vibenna in configurazione Firenze.
Sii preciso, per favore, solo l'ottica.
Loading Image...
Lo sai benissimo anche tu che una fotocamera Nikon ti seccherebbe le
mani... :-)
--
http://www.emmeeffe.org
"Ok, panico"
Eta Beta
2006-04-28 21:11:15 UTC
Permalink
On Fri, 28 Apr 2006 21:06:00 +0200, Celio Vibenna
Post by Celio Vibenna
Sii preciso, per favore, solo l'ottica.
http://www.emmeeffe.org/temp/fm2xeta.jpg
Lo sai benissimo anche tu che una fotocamera Nikon ti seccherebbe le
mani... :-)
:-)

A parte gli scherzi ci sono pressioni presso Canon per coprire questa
micronicchia di mercato e so che gia' oggi e' disponibile un mokeup
non funzionante da vetrina, ma gia' definito nella grafica, di quella
che potrebbe essere una vera sorpresa in controtendenza, certo
vagamente ispirata al modello Nikon in tuo possesso, ma con un
carattere assai diverso, certamente migliore.

Tramite una conoscenza comune sono riuscito ad avere un'anteprima
della grafica direttamente dalla Canon Italia, e se il buon giorno si
vede dal mattino:
Loading Image...

/* Eta Beta */
Celio Vibenna
2006-04-29 07:02:01 UTC
Permalink
Post by Eta Beta
Tramite una conoscenza comune sono riuscito ad avere un'anteprima
della grafica direttamente dalla Canon Italia, e se il buon giorno si
http://www.michelecea.it/tmp/Canon_C5.jpg
E' un fake, ha troppi pochi pulsanti per essere una Canon... :-)
--
http://www.emmeeffe.org
"Ok, panico"
rIO
2006-04-28 16:22:19 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
La butto lì, così... magari viene fuori qualcosa di interessante...
Perche' quando vai in giro col teleobiettivo le ragazze fanno
inconsciamente un collegamento di tipo fallico... infatti nessun
principiante compra un grandangolo spinto senza avere un buon tele.

Poi quando capisci che la cosa non funziona continui comunque a parlare
di lenti, mica di fotografia.
--
rIO.sK
unknown
2006-04-28 17:42:22 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
La butto lì, così... magari viene fuori qualcosa di interessante...
Saluti a tutt, Angelo
perché mi eccita! (prima e dopo l'atto: erezioni spontanee ed
eiaculazione in sRGB).
--
<per l'Inghilterra e per il Ciofegoooooooonnn, trafigga Excalibur 300d
ogni nikoniana fellonìa!>
unknown
2006-04-28 17:56:57 UTC
Permalink
Post by unknown
perché mi eccita! (prima e dopo l'atto: erezioni spontanee ed
eiaculazione in sRGB).
traduco la mia delicata considerazione in termini più comprensibili per
i più rozzi e ignoranti cialtroni digital-monomaniaci: quando fotografo
il cazzo mi diventa duro, sto bene, mi diverto e la vita mi sorride.
Merito anche della 300d: anche da nuova, costava meno dell'abbonamento
mensile con la troiona del quartiere.. e dopo l'uso non è obbligatorio
sciacquarsi l'uccello con la varechina.
--
<per l'Inghilterra e per il Ciofegoooooooonnn, trafigga Excalibur 300d
ogni nikoniana fellonìa!>
unknown
2006-04-28 18:06:45 UTC
Permalink
coglione chi legge
Nuke Duke
2006-04-28 18:17:05 UTC
Permalink
"Angelo Fragliasso"
Perché si inizia a fotografare?
Per mille ragioni tutte diverse e ognuno ha la propria storia.
Spesso è uno dei genitori che fa un regalo o che indica la
via. Qualche volta un'amico. Perchè si inizia non è importante.
Spesso si smette subito e qualche volta no.
Quello che più conta è perchè si continua.
Qual'è il fine?
Il fine della fotografia è l'immagine con tutto ciò
che la compone. Equilibrio, contrasto, messaggio
o ricordo. Riuscire a determinare l'insieme delle scelte
che conducono ad una fotografia che abbia un senso
per noi stessi non è cosa da poco. Riuscirci in maniera
che abbia senso anche per altri è motivo di gloria.
Qual'è l'appagamento psicologico della fotografia?
Riuscire a proiettare noistessi nelle nostre produzioni.
Ogni scelta che facciamo proietta un pezzetto di noi
nell'immagine finale. Quando riusciamo a trasferire
in maniera significativa la nostra personalità nell'immagine
allora stiamo facendo comunicazione. E non c'è cosa
che appaghi di più.

... solo un modo di vedere la cosa tra tanti ...

:O)
Nuke.
Angelo Fragliasso
2006-04-28 19:03:21 UTC
Permalink
Post by Mikelez
"Angelo Fragliasso"
Post by Angelo Fragliasso
Qual'è l'appagamento psicologico della fotografia?
Riuscire a proiettare noistessi nelle nostre produzioni.
Ogni scelta che facciamo proietta un pezzetto di noi
nell'immagine finale.
Quoto pienamente... Credo che ci sia voglia, come qualcuno ha scritto, anche
di andare oltre noi stessi. Lasciare qualcosa che ci sopravviva: credo che
sia un istinto primitivo, come i graffiti dei preistorici.

Angelo
Celio Vibenna
2006-04-28 19:02:16 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
La butto lì, così... magari viene fuori qualcosa di interessante...
Personalmente mi ritengo un archivista: faccio foto per rivederle solo
PARECCHIO tempo dopo; mi capita di frequente di regalare foto a ex-bambini
oggi ventenni a cui nonostante l'età scappa dal sorriso alla lacrimuccia, e
solo questo mi riempie di soddisfazione.
Per lo più, però archivio pezzi di mura... :-)
--
http://www.emmeeffe.org
"Ok, panico"
Alessandro Giolo
2006-04-28 20:25:52 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
Per fermare uno sguardo
--
Alessandro Giolo - http://iconopoiesi.altervista.org

"I forum brulicano di gente entusiasta. Gli altri vanno in giro a fare
foto..." (Celio Vibenna)
rIO
2006-04-28 22:04:15 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
La butto lì, così... magari viene fuori qualcosa di interessante...
Saluti a tutt, Angelo
Ora chiedi scusa per la pletora di seghe mentali sull'arte e i
sentimenti che hai generato! :D
--
rIO.sK
NickWing
2006-05-02 11:49:15 UTC
Permalink
Post by Angelo Fragliasso
Come da oggetto: perché si inizia a fotografare? Qual'è il fine? Qual'è
l'appagamento psicologico della fotografia?
La butto lì, così... magari viene fuori qualcosa di interessante...
da piccolo passavo la maggior parte del mio tempo a disegnare. Una risma
da 500 fogli A4 al mese in schizzi, disegni, fumetti e quant'altro. Ero
e sono, tuttora, ossessionato dalle immagini, dalla grafica e dalle
forme. Ora faccio il medico, lavoro con immagini radiologiche,
l'interpretazione *visiva* della realtà è ancora parte integrante della
mia vita personale e professionale solo che, non avendo più molto tempo
a disposizione per disegnare e dipingere ho iniziato a fotografare. In
realtà la fotografia l'ho conosciuta da piccolo e mi piaceva moltissimo,
ma non avevo molti mezzi per praticarla, negli ultimi tre o quattro anni
invece ho approfondito il tutto e mi ci dedico con maggiore assiduità...
tempo permettendo :-D
--
*nickwing*
membro di: http//:www.nikonclubitalia.it
Gianni Rondinini
2006-05-03 16:34:48 UTC
Permalink
a me piace ricordare tanti momenti che, altrimenti, forse
dimenticherei. posti visti, facce incontrate, cose successe.

poi mi piace condividere con gli altri, quando si riesce, questa
passione e una selezione degli scatti fatti; mi piace tanto, anche,
guardare le foto degli altri e sentire cos'hanno da dire a proposito
di quelle immagini.

saluti.
--
Gianni Rondinini (30, tanti, RA)
Nikon user - Bmw driver
http://bugbarbeq.deviantart.com
Continua a leggere su narkive:
Loading...