narkive is for sale. Interested?
Discussione:
Quale monitor oggi?
(troppo vecchio per rispondere)
_merlinO_
2020-04-06 12:35:18 UTC
Permalink
Mi chiedevo quale monitor avesse senso comprare oggi.
Ci sono i 24" ips full hd a buon prezzo, ma anche i 27" 2K e poi a salire.

Io ho un vecchio Nec, che malgrado l'età, resta finora il miglior monitor che ho visto nella fascia economica in questi anni (fedeltà colori, nitidezza naturale, uniformità luce, angolo, ecc.). In questi giorni pensavo mi stesse lasciando, invece era un problema del pc. Comunque m'ha messo la pulce nell'orecchio.

Voi che monitor prendereste? (sotto i 500euro)
Claude
2020-04-06 13:27:38 UTC
Permalink
Post by _merlinO_
Voi che monitor prendereste? (sotto i 500euro)
Io mi son preso un 32" per 380 euro...

Era il modello precedente di questo:
https://www.amazon.it/LG-3840x2160-Integrati-Multitasking-Regolabile/dp/B07KKNP8VK/ref=dp_ob_title_ce

Lo uso per elaborazione foto/video ed al momento per quel prezzo e per
quanto l'ho sfruttato non tornerei indietro.

Profilato va una bomba.
--
Sent from Win10
Elwood
2020-04-07 09:02:11 UTC
Permalink
Post by Claude
Profilato va una bomba.
Che profili usi per profilarlo? Quello della/e stampanti per quando stampi?
Stavo pensando di comprare un monitor anche io, ad in certo punto nel futuro prossimo.
--
Elwood (Peter S.)
Claude
2020-04-07 11:55:33 UTC
Permalink
Post by Elwood
Che profili usi per profilarlo? Quello della/e stampanti per quando stampi?
Stavo pensando di comprare un monitor anche io, ad in certo punto nel futuro prossimo.
Profili della stampante per profilarlo?!!?!??!

Mmmm... profilo con sonda i1Display Pro... creo profilo per monitor.

I profili per stampante sono tutt'altra cosa e li carico in PS quando
devo stampare...
--
Sent from Win10
Elwood
2020-04-08 08:44:27 UTC
Permalink
Post by Claude
Profili della stampante per profilarlo?!!?!??!
Mmmm... profilo con sonda i1Display Pro... creo profilo per monitor.
I profili per stampante sono tutt'altra cosa e li carico in PS quando
devo stampare...
Mh, ecco, quindi quale è lo scopo del profilo per monitor, spiegalo come lo spiegassi ad un bambino di 5 anni :)
Cosa vuoi ottenere? Come lo ottieni?
--
Elwood (Peter S.)
Claude
2020-04-08 08:48:26 UTC
Permalink
Post by Elwood
Post by Claude
Profili della stampante per profilarlo?!!?!??!
Mmmm... profilo con sonda i1Display Pro... creo profilo per monitor.
I profili per stampante sono tutt'altra cosa e li carico in PS quando
devo stampare...
Mh, ecco, quindi quale è lo scopo del profilo per monitor, spiegalo come lo spiegassi ad un bambino di 5 anni :)
Cosa vuoi ottenere? Come lo ottieni?
No dai, fammi un favore. Documentati :)

Ciao.
--
Sent from Win10
Elwood
2020-04-08 12:21:22 UTC
Permalink
Post by Claude
No dai, fammi un favore. Documentati :)
Non credo che sia scritto da nessuna parte quali fossero le tue intenzioni, o forse sei molto più famoso di quanto pensassi :D

Quindi hai calibrato il monitor per avere una certo rendering dell'informazione RGB delle immagini, magari diversa da quella del monitor con i factory settings.

Ma la conseguenza di ciò? Quando qualcun altro le vede è meno probabile siano sballate?

Perchè io elaboro le foto su un monitor, se le guardo su quel monitor son contento. La calibrazione mi preoccupa quando devo vederle su un altro media (stampe) o altro monitor, mi vien da dire, o no?

Immagino che anche se non carico profili delle stampanti, una elaborazione su un monitor calibrato abbia più probabilità di avere riproduzioni fedeli su altri dispositivi/media. immagino giusto?
--
Elwood (Peter S.)
Marco Ricci
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
On Wednesday, April 8, 2020 at 10:48:42 AM UTC+2, Claude wrote:> > > > > > No dai, fammi un favore. Documentati :)Non credo che sia scritto da nessuna parte quali fossero le tue intenzioni, o forse sei molto più famoso di quanto pensassi :DQuindi hai calibrato il monitor per avere una certo rendering dell'informazione RGB delle immagini, magari diversa da quella del monitor con i factory settings.Ma la conseguenza di ciò? Quando qualcun altro le vede è meno probabile siano sballate?Perchè io elaboro le foto su un monitor, se le guardo su quel monitor son contento. La calibrazione mi preoccupa quando devo vederle su un altro media (stampe) o altro monitor, mi vien da dire, o no? Immagino che anche se non carico profili delle stampanti, una elaborazione su un monitor calibrato abbia più probabilità di avere riproduzioni fedeli su altri dispositivi/media. immagino giusto?-- Elwood (Peter S.)
Tutti i monitor sono diversi. Non le vedrai mai uguali su 2
monitor differenti.
Ma calibrandolo, con una sonda, hai qualche garanzia in più che i
colori che vedi siano ragionevolmente vicini a quelli che
dovrebbero essere riprodotti.
La calibrazione in fabbrica non serve a un cazzo. Al variare
dell'input, delle regolazioni si base (luminosita e contrasto)
dell'età de monitor, cambia tutto.

Ovviamente i profili della stampante sono tutt'altra cosa. Come
mettersi un calzino al posto delle mutande
--
----Android NewsGroup Reader----
https://piaohong.s3-us-west-2.amazonaws.com/usenet/index.html
DR
2020-04-08 15:37:41 UTC
Permalink
On 4/8/20 2:41 PM, Marco Ricci wrote:
<...>
Post by Marco Ricci
La calibrazione in fabbrica non serve a un cazzo. Al variare
dell'input, delle regolazioni si base (luminosita e contrasto)
dell'età de monitor, cambia tutto.
Non è quello che risulta a me.
L'età con l'illuminazione LDC cambia praticamente per niente. Il
contrasto non c'è nessuna ragione di toccarlo, il default è nativo, gli
altri sono elettronici. Con la luminosità hai un minimo color shift, il
problema è che ti cambia il gamma. Che però o sei un cretino o lo regoli
tranquillamente senza bisogno di nessuna sonda.
Quindi per i moderni LCD la calibrazione di fabbrica serve eccome.

Davide.
sandro
2020-04-08 15:52:17 UTC
Permalink
Post by DR
<...>
Post by Marco Ricci
La calibrazione in fabbrica non serve a un cazzo. Al variare
  dell'input,  delle regolazioni si base (luminosita e contrasto)
  dell'età  de monitor, cambia tutto.
Non è quello che risulta a me.
Ottima precisazione, perche' risulta a te, solo.
Post by DR
L'età con l'illuminazione LDC cambia praticamente per niente.
Specifichiamo che accade solo, e in misura minore, per monitor con
retroilluminazione LED. Per i monitor che usano lampade CCFL il tempo
che passa e' una ingiuria che inizia alla prima ora di lavoro.
Post by DR
Il
contrasto non c'è nessuna ragione di toccarlo, il default è nativo, gli
altri sono elettronici. Con la luminosità hai un minimo color shift, il
problema è che ti cambia il gamma. Che però o sei un cretino o lo regoli
tranquillamente senza bisogno di nessuna sonda.
E dopo l'orecchio assoluto, ora abbiamo scoperto che esiste anche
l'occhio assoluto!
Pensa che tu vedi i colori diversamente, gia' dalla mattina alla sera,
figurati se puoi regolare un monitor a occhio.

Vabbe' che stiamo a casa senza far nulla e il tempo da passare diventa
un problema, ma nessuno obbliga a scrivere scemenze, eh...



sandro
marco ricci
2020-04-08 16:57:04 UTC
Permalink
Post by sandro
Post by DR
L'età con l'illuminazione LDC cambia praticamente per niente.
Specifichiamo che accade solo, e in misura minore, per monitor con
retroilluminazione LED. Per i monitor che usano lampade CCFL il tempo
che passa e' una ingiuria che inizia alla prima ora di lavoro.
anche i led invecchiano, sicuramente meno delle lampade, ma invecchiano,
cosi' come *tutto* il monitor.
alcuni monitor di fascia medio alta, in base alle ore di utilizzano
compensano in automatico la corrente ai led, ma questo compensa in
parte, la perdita di efficenza "media" dei led.

i monitor di fascia molto alta come i barco, gia' di partenza hanno una
struttura che raffredda al massimo i led, facendoli invecchiare meno e
facendoli lavorare a correnti piu' basse, usano silicone invece della
resina epossidica, hanno dei trattamenti anti umidita', e applicando una
correzione a "zone", a gruppi di led


i monitor dedicati alla fotografia, recenti e di fascia almeno medio
alta, ora spesso hanno una calibrazione Hw (ovvero includono un piccolo
colorimetro integrato, o in alcuni casi 'ibridi', come nel mio LG,
utilizzando una sonda esterna compatibile e un sw dedicato, applicano la
correzione ottinuta direttamente in una lut interna al monitor)

parilamo comunque di prezzi molto oltre il budget disponibile da chi ha
fatto la richiesta (500 euro)
un ottimo esempio e' il dell UP2720Q, ma parliamo di circa 2000 euro per
un 27"
DR
2020-04-08 21:56:07 UTC
Permalink
Post by marco ricci
Post by sandro
Post by DR
L'età con l'illuminazione LDC cambia praticamente per niente.
Specifichiamo che accade solo, e in misura minore, per monitor con
retroilluminazione LED. Per i monitor che usano lampade CCFL il tempo
che passa e' una ingiuria che inizia alla prima ora di lavoro.
anche i led invecchiano, sicuramente meno delle lampade, ma invecchiano,
cosi' come *tutto* il monitor.
alcuni monitor di fascia medio alta, in base alle ore di utilizzano
compensano in automatico la corrente ai led, ma questo compensa  in
parte, la perdita di efficenza "media" dei led.
i monitor di fascia molto alta come i barco, gia' di partenza hanno una
struttura che raffredda al massimo i led, facendoli invecchiare meno e
facendoli lavorare a correnti piu' basse, usano silicone invece della
resina epossidica, hanno dei trattamenti anti umidita', e applicando una
correzione a "zone", a gruppi di led
Marco, parliamo di monitor professionali, pensati per stare accesi 10
ore al giorno tutti i giorni e ai quali sono richieste determinate
prestazioni.
Un monitor da fotocazzoamatore quante ore farà al giorno? Quanto ci
metterà ad arrivare ad una apprezzabile deriva della calibrazione di
fabbrica tale da essere superiore all'errore della sonda da 100 euro che
utilizzerebbe comunque il fotocazzoamatore per ricalibrarlo?
Post by marco ricci
i monitor dedicati alla fotografia, recenti e di fascia almeno medio
alta, ora spesso hanno una calibrazione Hw (ovvero includono un piccolo
colorimetro integrato, o in alcuni casi 'ibridi', come nel mio LG,
utilizzando una sonda esterna compatibile e un sw dedicato, applicano la
correzione ottinuta direttamente in una lut interna al monitor)
Ma siamo sempre lì. Se lo compro per lavorarci è chiaro che non compro
un monitor "calibrato di fabbrica".
Per il fotoamatore medio invece IMO ha molto senso.

Davide.
marco ricci
2020-04-08 22:20:05 UTC
Permalink
Post by DR
Marco, parliamo di monitor professionali, pensati per stare accesi 10
ore al giorno tutti i giorni e ai quali sono richieste determinate
prestazioni.
Un monitor da fotocazzoamatore quante ore farà al giorno? Quanto ci
metterà ad arrivare ad una apprezzabile deriva della calibrazione di
fabbrica tale da essere superiore all'errore della sonda da 100 euro che
utilizzerebbe comunque il fotocazzoamatore per ricalibrarlo?
un monitor da fotocazzoamatore, gia' costruito come un HW da pochi
soldi, e magari usato il resto del giorno come uso office o computer di
famiglia, potrebeb stare acceso anche tutta la giornata, che su un
prodotto di fascia bassa porta a cambiamenti considerevoli.

il mio monitor di fascia media (1200 euro al tempo dell'acquisto) a led
lo calibro ogni 2 mesi e le differenze si vedono, anche se lievi.
Post by DR
Ma siamo sempre lì. Se lo compro per lavorarci è chiaro che non compro
un monitor "calibrato di fabbrica".
Per il fotoamatore medio invece IMO ha molto senso.
come ho detto sotto, meglio di niente, ma in genere quelli scarsi non
sono neppure calibrati di fabbrica..
ma a parte la calibrazione, meglio spendere i soldi su un HW decente,
altrimenti anche calibrando i risultati sono molto relativi
marco ricci
2020-04-08 22:30:32 UTC
Permalink
Post by DR
Ma siamo sempre lì. Se lo compro per lavorarci è chiaro che non compro
un monitor "calibrato di fabbrica".
Per il fotoamatore medio invece IMO ha molto senso.
ma sicuramente si.
e in generale tra un monitor attuale da 500 euro e uno di 10 anni fa
c'e' un abisso..
ma tieni anche conto che spesso la pre-calibrazione sui monitor
economici e' fatta solo sulla modalita' standard (spesso srgb, per uso
generico), comunque in genere mettono dentro un foglio che indica in
quali modalita' e con quali valori hanno fatto la calibrazione


poi al solito, piu' spendi e piu' ottieni
DR
2020-04-08 21:52:08 UTC
Permalink
Post by sandro
Post by DR
<...>
Post by Marco Ricci
La calibrazione in fabbrica non serve a un cazzo. Al variare
  dell'input,  delle regolazioni si base (luminosita e contrasto)
  dell'età  de monitor, cambia tutto.
Non è quello che risulta a me.
Ottima precisazione, perche' risulta a te, solo.
Post by DR
L'età con l'illuminazione LDC cambia praticamente per niente.
Specifichiamo che accade solo, e in misura minore, per monitor con
retroilluminazione LED. Per i monitor che usano lampade CCFL il tempo
che passa e' una ingiuria che inizia alla prima ora di lavoro.
Ho scritto LDC, ti è venuto il dubbio che fosse un refuso per LED?
Post by sandro
Post by DR
Il contrasto non c'è nessuna ragione di toccarlo, il default è nativo,
gli altri sono elettronici. Con la luminosità hai un minimo color
shift, il problema è che ti cambia il gamma. Che però o sei un cretino
o lo regoli tranquillamente senza bisogno di nessuna sonda.
E dopo l'orecchio assoluto, ora abbiamo scoperto che esiste anche
l'occhio assoluto!
Pensa che tu vedi i colori diversamente, gia' dalla mattina alla sera,
figurati se puoi regolare un monitor a occhio.
Vabbe' che stiamo a casa senza far nulla e il tempo da passare diventa
un problema, ma nessuno obbliga a scrivere scemenze, eh...
Signori è arrivato il genio, chinate la testa.
Io parlo di gamma e tu parli di colori. Fortuna che sei un genio.

Davide.
sandro
2020-04-09 17:39:22 UTC
Permalink
Post by DR
Post by sandro
Post by DR
<...>
Post by Marco Ricci
La calibrazione in fabbrica non serve a un cazzo. Al variare
  dell'input,  delle regolazioni si base (luminosita e contrasto)
  dell'età  de monitor, cambia tutto.
Non è quello che risulta a me.
Ottima precisazione, perche' risulta a te, solo.
Post by DR
L'età con l'illuminazione LDC cambia praticamente per niente.
Specifichiamo che accade solo, e in misura minore, per monitor con
retroilluminazione LED. Per i monitor che usano lampade CCFL il tempo
che passa e' una ingiuria che inizia alla prima ora di lavoro.
Ho scritto LDC, ti è venuto il dubbio che fosse un refuso per LED?
Ehm...no... ;)
Post by DR
Post by sandro
Post by DR
Il contrasto non c'è nessuna ragione di toccarlo, il default è
nativo, gli altri sono elettronici. Con la luminosità hai un minimo
color shift, il problema è che ti cambia il gamma. Che però o sei un
cretino o lo regoli tranquillamente senza bisogno di nessuna sonda.
E dopo l'orecchio assoluto, ora abbiamo scoperto che esiste anche
l'occhio assoluto!
Pensa che tu vedi i colori diversamente, gia' dalla mattina alla sera,
figurati se puoi regolare un monitor a occhio.
Vabbe' che stiamo a casa senza far nulla e il tempo da passare diventa
un problema, ma nessuno obbliga a scrivere scemenze, eh...
Signori è arrivato il genio, chinate la testa.
Io parlo di gamma e tu parli di colori. Fortuna che sei un genio.
Rumore di unghie...


PS
Non ho scritto d'essere un genio, anche se a volte ammetto di pensarlo,
cio' non toglie che c'e' nulla di male ad ammetere di aver scritto una
cazzata colossale, come quella di tentare di accomodare un monitor ad
occhio, senza nessun ausilio. Sarebbe come accordare uno strumento ad
orecchio, o valutare una tensione assaggiando il rame con la lingua.

E' una cosa fattibile per gente con una certa capacita' di valutazione
(appresa, nessuno nasce genio) e almeno un accidenti segnale campione.
Per tutto il resto, si fanno solo "tarature" che hanno attendibilita'
prossima allo zero, perche' servono gli strumenti.

Senno' dovremmo parlare di dove fai la taratura, che luce ambiente hai,
che ora e' della giornata, come c'hai la glicemia, e tante altre
variabili che "starano" fisiologicamente il tuo occhio, fottendoti il
risultato.



sandro
DR
2020-04-09 19:29:30 UTC
Permalink
On 4/9/20 7:39 PM, sandro wrote:

<...>
Post by sandro
Rumore di unghie...
Sarà, però guarda caso è esattamente quello che ho fatto io.
Il mio "calibrato di fabbrica" arriva con calibrazione a luminosità
(vado a memoria) 200 cd/m^2 (esattamente come diceva Marco) quindi ti
acceca. Cambiando la luminosità non ci sono shift cromatici apprezzabili
ma cambia il gamma. E quello, sì, l'ho risistemato "a mano".
Post by sandro
PS
Non ho scritto d'essere un genio, anche se a volte ammetto di pensarlo,
cio' non toglie che c'e' nulla di male ad ammetere di aver scritto una
cazzata colossale, come quella di tentare di accomodare un monitor ad
occhio, senza nessun ausilio. Sarebbe come accordare uno strumento ad
orecchio, o valutare una tensione assaggiando il rame con la lingua.
Ah sì, se uno l'avesse detto.
Vedi, anche io sono convinto di essere un genio.
Però almeno non ho la convinzione che gli altri siano tutti
necessariamente cretini (oddio, molti sì, ma insomma...).

Davide.
sandro
2020-04-10 10:49:33 UTC
Permalink
Post by DR
<...>
Post by sandro
Rumore di unghie...
Sarà, però guarda caso è esattamente quello che ho fatto io.
Il mio "calibrato di fabbrica" arriva con calibrazione a luminosità
(vado a memoria) 200 cd/m^2 (esattamente come diceva Marco) quindi ti
acceca. Cambiando la luminosità non ci sono shift cromatici apprezzabili
ma cambia il gamma. E quello, sì, l'ho risistemato "a mano".
E' appunto il fatto evidenziato, che la "calibrazione di fabbrica" viene
imposta dal costruttore come un bilanciamento tra parametri globali,
magari anche condivisi con le esigenze dell'utenza (i vari standard,
protocolli, ecc..), ma riferendo comunque al range di possibilita' del
singolo prodotto...quindi e' difficile che compri un monitor "tarato in
fabbrica" eppoi lo trovi confacente alle tue personali esigenze.
Soprattutto tra quelli di fascia bassa.

Eppoi io sarei curioso di vedere quale costruttore si mette a tarare uno
per uno, davvero, i pannelli sul banco di prova.
Magari pannelli da 2k euri che ne escono col contagocce ci puo' pure
stare. Ma per pannelli da qualche centinaio di euri che le fabbriche ne
spareranno via come le mitragliatrici i proiettili, la vedo difficile
una taratura ad hoc, di quelle che se la fai tu ad arte, ci metti due
ore (di cui una buona parte per il solo warmup)...praticamente piu'
tempo di taratura che di costruzione...? ;)
Poco credibile.

Una volta Sony faceva un test di tenuta sui monitor broadcast,
lasciandoli accesi 24h chiusi in una busta plastica per verificarne la
robustezza al surriscaldamento e, se non prendevano fuoco, le derive
termiche.
Te l'immagini oggi, un test del genere? Un collo di bottiglia simile
sulla linea produttiva, con modelli che si aggiornano due volte l'anno?
Modelli produttivi di tre decenni fa...
Post by DR
Post by sandro
PS
Non ho scritto d'essere un genio, anche se a volte ammetto di
pensarlo, cio' non toglie che c'e' nulla di male ad ammetere di aver
scritto una cazzata colossale, come quella di tentare di accomodare un
monitor ad occhio, senza nessun ausilio. Sarebbe come accordare uno
strumento ad orecchio, o valutare una tensione assaggiando il rame con
la lingua.
Ah sì, se uno l'avesse detto.
Vedi, anche io sono convinto di essere un genio.
Però almeno non ho la convinzione che gli altri siano tutti
necessariamente cretini (oddio, molti sì, ma insomma...).
Devi ragionare sull'evidenza: non puoi, ad occhio, allineare un monitor,
perche' e' fisiologicamente impossibile.
Se su questa base costruisci l'impalcatura di una discussione, non si
tratta di essere geni o meno, per buttarla giu', perche' casca da se'
col primo che passa. Stavolta passavo io, ma sarebbe stata sufficiente
qualsiasi altra obiezione di chiunque altro, quindi non devi avercela
con me.

Almeno, non e' cosa facile come hai lasciato intendere.
Per riuscire in una bozza di allineamento (e sottolineo, una bozza) che
abbia quel minimo di attendibilita', devi organizzare una serie di
accortezze che non sono state nemmeno lasciate immaginare.
Quindi non basta solo "non essere cretini", per farlo, ma e' necessario
avere sottomano delle immagini campione (che anche i non cretini non
hanno), e mettersi nelle condizioni operative e fisiologiche giuste (che
anche i non cretini possono non conoscere, perche' non tutti gli
appassionati di imaging sanno come funziona la fisiologia dell'occhio).

:)



sandro
DR
2020-04-10 17:57:15 UTC
Permalink
On 4/10/20 12:49 PM, sandro wrote:
<...>
Post by sandro
Eppoi io sarei curioso di vedere quale costruttore si mette a tarare uno
per uno, davvero, i pannelli sul banco di prova.
Magari pannelli da 2k euri che ne escono col contagocce ci puo' pure
stare. Ma per pannelli da qualche centinaio di euri che le fabbriche ne
spareranno via come le mitragliatrici i proiettili, la vedo difficile
una taratura ad hoc, di quelle che se la fai tu ad arte, ci metti due
ore (di cui una buona parte per il solo warmup)...praticamente piu'
tempo di taratura che di costruzione...? ;)
Poco credibile.
Non so che dirti, la sonda non ce l'ho più. Però prima di comperare ho
letto review fatte decentemente dove hanno fatto i test e i fatti gli
cosavano. Evidentemente quello che è poco credibile per te è pane di
tutti i giorni per chi fabbrica i pannelli. Chissà che razza di apparati
usano. Avranno dai margini di errore, ma sono evidentemente accettabili.
Post by sandro
Devi ragionare sull'evidenza: non puoi, ad occhio, allineare un monitor,
perche' e' fisiologicamente impossibile.
O ma davvero? Leggi quello che scrivono gli altri o ti fai delle idee da
solo. Io ho detto che a occhio si riesce a calibrare il gamma, con
margini accettabilissimi per un fotoamatore.
Non ho parlato di altro.

Davide.
marco ricci
2020-04-08 16:01:57 UTC
Permalink
Post by DR
<...>
Post by Marco Ricci
La calibrazione in fabbrica non serve a un cazzo. Al variare
  dell'input,  delle regolazioni si base (luminosita e contrasto)
  dell'età  de monitor, cambia tutto.
Non è quello che risulta a me.
L'età con l'illuminazione LDC cambia praticamente per niente. Il
contrasto non c'è nessuna ragione di toccarlo, il default è nativo, gli
altri sono elettronici. Con la luminosità hai un minimo color shift, il
problema è che ti cambia il gamma. Che però o sei un cretino o lo regoli
tranquillamente senza bisogno di nessuna sonda.
Quindi per i moderni LCD la calibrazione di fabbrica serve eccome.
Davide.
https://color.viewsonic.com/explore/content/Monitor-Calibration-Basics_8.html

comprati una sonda se vuoi un risultato un minimo attendibile. io le uso
da 15 anni.
DR
2020-04-08 22:05:30 UTC
Permalink
On 4/8/20 6:01 PM, marco ricci wrote:
<...>
Post by marco ricci
comprati una sonda se vuoi un risultato un minimo attendibile. io le uso
da 15 anni.
E io ho smesso di usarla. Tu ci mangi io mi ci diverto. Alla fine dovevo
decidere se ricomprarla, ma col mio "calibrato di fabbrica" in tre anni
non ho notato nessuna deriva apprezzabile per quello che ci devo fare
io. Finché il mio occhio è soddisfatto e le stampe mi vengono allineate
continuerò a non toccare nulla.
Poi se vuoi stiamo anche qui a parlare di calibrazione e profilatura,
eh. Ma mi pare che 'sto giro l'abbiamo già fatto dieci volte...
Tanto per dirne una, ho avuto molti più problemi coi profili orridi che
Adobe continua ad usare per le Nikon o a trovare una calibrazione
decente per le mirrorless Sony. Sinceramente se devo trovare delle
criticità ne vedo di molto più grosse all'inizio della catena che alla
fine.
Questo oggi con gli LCD LED. Coi CRT e con gli LCD a tubi era un altro
discorso.

Davide.
sandro
2020-04-09 17:48:36 UTC
Permalink
Post by DR
<...>
Post by marco ricci
comprati una sonda se vuoi un risultato un minimo attendibile. io le
uso da 15 anni.
E io ho smesso di usarla. Tu ci mangi io mi ci diverto. Alla fine dovevo
decidere se ricomprarla, ma col mio "calibrato di fabbrica" in tre anni
non ho notato nessuna deriva apprezzabile per quello che ci devo fare
io. Finché il mio occhio è soddisfatto e le stampe mi vengono allineate
continuerò a non toccare nulla.
Anche io ascolto musica con un impianto che viene dagli anni 90.
Mi piace molto, e non cambierei nulla.
Pero' non mi viene nemmeno per un attimo da pensare che suoni come
trent'anni fa...anzi, mi rendo conto di alcuni difetti rispetto a robe
piu' recenti, ma mi sta bene cosi'.

Ecco, questa e' la differenza.
Uno conto e' il tuo monitor, che ti piace, e va bene.
Ma scrivere che "si vede perfettamente come tre anni fa"...
Post by DR
Poi se vuoi stiamo anche qui a parlare di calibrazione e profilatura,
eh. Ma mi pare che 'sto giro l'abbiamo già fatto dieci volte...
Tanto per dirne una, ho avuto molti più problemi coi profili orridi che
Adobe continua ad usare per le Nikon o a trovare una calibrazione
decente per le mirrorless Sony. Sinceramente se devo trovare delle
criticità ne vedo di molto più grosse all'inizio della catena che alla
fine.
Purtroppo pero' devi fissare un punto di partenza, bloccare almeno un
anello della catena, e quello di avere lo strumento che usi per guardare
la tua immagine appena importata, "a piombo", lo vedo come un cardine
dal quale non si puo' prescindere, e dal quale si puo' partire andando
indietro fino al sensore, e avanti fino alla carta.
Post by DR
Questo oggi con gli LCD LED. Coi CRT e con gli LCD a tubi era un altro
discorso.
Cioe'? Ti trovavi meglio con la retroilluminazione CCFL...?



sandro
DR
2020-04-10 10:13:46 UTC
Permalink
On 4/9/20 7:48 PM, sandro wrote:
<...>
Post by sandro
Post by DR
Questo oggi con gli LCD LED. Coi CRT e con gli LCD a tubi era un altro
discorso.
Cioe'? Ti trovavi meglio con la retroilluminazione CCFL...?
No, CRT e LCD a tubi avevano necessità di calibrazione periodica anche
per un fotocazzoamatore.
IMO un moderno LCD LED (di qualità non infima) se profilato di fabbrica
a con un uso saltuario regge bene parecchio. Nella mia esperienza per
almeno due anni (non tre come avevo erroneamente scritto in precedenza).
Che è la ragione per la quale ancora ho resistito alla tentazione di
ricomprarmi la sonda...

Davide.
sandro
2020-04-10 10:59:23 UTC
Permalink
Post by DR
<...>
Post by sandro
Post by DR
Questo oggi con gli LCD LED. Coi CRT e con gli LCD a tubi era un
altro discorso.
Cioe'? Ti trovavi meglio con la retroilluminazione CCFL...?
No, CRT e LCD a tubi avevano necessità di calibrazione periodica anche
per un fotocazzoamatore.
IMO un moderno LCD LED (di qualità non infima) se profilato di fabbrica
a con un uso saltuario regge bene parecchio. Nella mia esperienza per
almeno due anni (non tre come avevo erroneamente scritto in precedenza).
Che è la ragione per la quale ancora ho resistito alla tentazione di
ricomprarmi la sonda...
Se per fotocazzoamatore intendi uno che non distingue i sette colori
dell'arcobaleno, posso essere d'accordo con te.
Pero', putroppo l'elettronica non e' cosi' robusta e stabile nel tempo
come si puo' immaginare, e come l'abitudine che l'uso continuo ci fa
ruffianamente sembrare.
Soprattutto con i prodotti di fascia mediobassa.

Faccio un esempio di quanto l'occhio sia "imperfetto".
Quelli che si rendono conto che, la lampadina di un corpo illuminante
qualsiasi e' effettivamente calata di performance, lo fanno solo quando
sta quasi alla meta' della sua resa iniziale...perche' nel tempo si
adeguano e si adattano a quella curva di performance in decadimento
troppo lento perche' si renda avvertibile, fin quando si rendono infine
conto del problema. Ma non perche' lo "misurano", piuttosto, perche' non
ci vedono piu' bene...dunque per l'effetto e non per la causa!
Ma e' gia' molto "tardi", per quello che invece farebbe uno strumento.
I LED sono solo piu' ruffiani delle lampade a filamento o a scarica, in
questo, perche' piu' lenti a decadere, ma non cosi' lenti...



sandro
Elwood
2020-04-08 18:36:36 UTC
Permalink
Post by Marco Ricci
Tutti i monitor sono diversi. Non le vedrai mai uguali su 2
monitor differenti.
Ma calibrandolo, con una sonda, hai qualche garanzia in più che i
colori che vedi siano ragionevolmente vicini a quelli che
dovrebbero essere riprodotti.
La calibrazione in fabbrica non serve a un cazzo. Al variare
dell'input, delle regolazioni si base (luminosita e contrasto)
dell'età de monitor, cambia tutto.
Ovviamente i profili della stampante sono tutt'altra cosa. Come
mettersi un calzino al posto delle mutande
Grazie a Marco e Claudio per le risposte.
Fondamentalmente ho capito. Capivo ovviamente la meccanica della calibrazione colore del monitor, quello che mi sfuggiva è 'quando conviene farlo':

* Per poter avere una resa abbastanza affidabile quando applico profili colore per stampare, inutile applicare profili colore se il monitor è sballato dall'inizio (l'unico motivo che pensavo ci fosse)
* per potere avere uniformità fra stazioni di lavoro o monitor diversi
* per poter vedere le foto elaborate oggi, fra qualche anno, e vedere il risultato più simile possibile al momento dell'elaborazione

Potrei farlo appena mi compro un monitor (adesso me ne hanno dato uno dal lavoro e se non me lo lasciano valuto se comprarne uno) per sentirmi pro :D
--
Elwood (Peter S.)
don camillo
2020-04-08 18:38:35 UTC
Permalink
Post by Elwood
Potrei farlo appena mi compro un monitor (adesso me ne hanno dato uno dal lavoro e se non me lo lasciano valuto se
comprarne uno) per sentirmi pro :D
Scusate, come mai, a meno che non mi sia sfuggito, nessuno parla di Eizo?
--
#boicottiamoaioe #nonusiamoaioe #cisonoaltriottimiservernews
news.eternal-september.org | news.alphanet.ch | news.fcku.it
news.solani.org | www.mynewsgate.net | news.usenetserver.com
news.astraweb.com | freenews.netfront.net | news.neodome.net
news.forteinc.com | news.individual.net | news.albasani.net
sandro
2020-04-08 20:55:40 UTC
Permalink
Post by don camillo
Post by Elwood
Potrei farlo appena mi compro un monitor (adesso me ne hanno dato uno dal lavoro e se non me lo lasciano valuto se
comprarne uno) per sentirmi pro :D
Scusate, come mai, a meno che non mi sia sfuggito, nessuno parla di Eizo?
Eccolo...distratto da quello con l'occhio assoluto.

Se uno chiede che auto comprare, di solito quando arriva quello che
risponde "che domande, ma una Bugatti, ovviamente!", si prende un vaffa
con l'eco.
Io ho un CS230 da 6 anni, con calibratore incorporato. E' costato la
cifra richiesta e quindi ci staremmo, ma e' "solo" un fullhd...immagino
che oggi si punti dritti al 4k, anche se per diagonali da 27" secondo me
sono controindicati, a meno che a uno non serva anche per fare video.



sandro
Claude
2020-04-09 19:15:06 UTC
Permalink
Post by don camillo
Post by Elwood
Potrei farlo appena mi compro un monitor (adesso me ne hanno dato uno
dal lavoro e se non me lo lasciano valuto se
comprarne uno) per sentirmi pro :D
Scusate, come mai, a meno che non mi sia sfuggito, nessuno parla di Eizo?
Eh... un 32 costa come una buona macchina foto FF.

A me piacerebbe il nuovo benq da 32” ma vien via a quasi 2k.
--
Inviato da iPhone
don camillo
2020-04-09 19:33:18 UTC
Permalink
Post by Claude
A me piacerebbe il nuovo benq da 32” ma vien via a quasi 2k.
Questa cifra per un Benq e poi sfottete me se cito Eizo... Mah.

Ciao ciao.
--
#boicottiamoaioe #nonusiamoaioe #cisonoaltriottimiservernews
news.eternal-september.org | news.alphanet.ch | news.fcku.it
news.solani.org | www.mynewsgate.net | news.usenetserver.com
news.astraweb.com | freenews.netfront.net | news.neodome.net
news.forteinc.com | news.individual.net | news.albasani.net
Claude
2020-04-13 12:22:59 UTC
Permalink
Post by don camillo
Post by Claude
A me piacerebbe il nuovo benq da 32” ma vien via a quasi 2k.
Questa cifra per un Benq e poi sfottete me se cito Eizo... Mah.
Ciao ciao.
Per me i benq sono ottimi monitor ed hanno anche alcune cose molto carine.

Questo da 2k se non fosse inutile ai miei scopi lo prenderei al volo.
--
Inviato da iPhone
sandro
2020-04-10 11:14:58 UTC
Permalink
Post by Claude
Post by don camillo
Post by Elwood
Potrei farlo appena mi compro un monitor (adesso me ne hanno dato uno
dal lavoro e se non me lo lasciano valuto se
comprarne uno) per sentirmi pro :D
Scusate, come mai, a meno che non mi sia sfuggito, nessuno parla di Eizo?
Eh... un 32 costa come una buona macchina foto FF.
A me piacerebbe il nuovo benq da 32” ma vien via a quasi 2k.
Ma serve davvero sto' 32"...?
Per esempio, la linea "fotografia amatoriale" Eizo si ferma al 27" (1k
euri per il 2k e 1500 per il 4k).
Il mio CS230 da 23" mi sembra un'area sufficiente, e non sento questa
esigenza di avere una enormita' di pannello...sara' perche' non mi pesa
usare lo zoom...

PS
Ovviamente ho due monitor...un 22" (o addirittura il 17" del notebook)
di "servizio" e il CS230 per l'imaging (ammetto che ci gioco, anche....).
Ma penso che oramai parlare di dual monitor sia una banalita'...perche'
se uno pensa di mettere tutto in un monitor, fosse anche un 32", mi sa
che sta sulla via sbagliata.
Tra l'altro, il 230 e' condiviso tra due PC, il fisso e il notebook,
connesso col prima via DP e con il secondo via HDMI, e switcho con i
suoi comandi.

PPS
Pensavo di upgradare il 22" del fisso, che e' un Philips di 10 anni fa
nemmeno FHD, con qualcosa di piu' recente, e pensavo ad un 24" tipo
Flexscan o Foris 1980x1080 (o x1200 anche, un centinaio di righe in piu'
non fanno mai male)...magari usato, se si trova...



sandro
Marco Ricci
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Io ho un 31.5 e vorrei un 34 o un 37.
Questo perche' a 4k nativi (il loo lavors anche an dci) si fa
fatica, per cui spesso mi teovo a usarlo (su mac) a 3.2k, ma
escono altri problemini.

Detto questo lavorare in ritocco a 4k è un'altra storia, e ti
permette di vedere larghe porzioni di immagine al 100% mantenendo
i tool a monitor.
Anche in uso video è molto comodo.
Anche io prima avevo 2 24", ma lavoro meglio con un singolo 32,
anche se a volte un secondo monitor (o quellondel portatile o uno
dei vecchi 24") lo uso comunque.

Oltretutto i due monitor da 24 (identici sulla carta) nonostante
la sonda non sono *mai* riuscito a renderli neppure simili, (due
dell di fascia medio bassa, che all'epoca pagai sui 500 euro
l'uno)
Eizo comuque nella linea CG produce dei 31.1
https://www.eizo.it/coloredge/cg319x/
--
----Android NewsGroup Reader----
https://piaohong.s3-us-west-2.amazonaws.com/usenet/index.html
sandro
2020-04-10 22:18:23 UTC
Permalink
Post by Marco Ricci
Io ho un 31.5 e vorrei un 34 o un 37.
Boh, sara' un fatto soggettivo.
Ho l'impressione che avere troppa aerea da guardare provochi stanchezza,
anche se forse in teoria sarebbe un bene perche' non si fisserebbe lo
sguardo su un focus ridotto.
Post by Marco Ricci
Questo perche' a 4k nativi (il loo lavors anche an dci) si fa
fatica, per cui spesso mi teovo a usarlo (su mac) a 3.2k, ma
escono altri problemini.
Detto questo lavorare in ritocco a 4k è un'altra storia, e ti
permette di vedere larghe porzioni di immagine al 100% mantenendo
i tool a monitor.
Anche in uso video è molto comodo.
Se fai video 4k, un monitor 4k devi avere...
Post by Marco Ricci
Anche io prima avevo 2 24", ma lavoro meglio con un singolo 32,
anche se a volte un secondo monitor (o quellondel portatile o uno
dei vecchi 24") lo uso comunque.
Oltretutto i due monitor da 24 (identici sulla carta) nonostante
la sonda non sono *mai* riuscito a renderli neppure simili, (due
dell di fascia medio bassa, che all'epoca pagai sui 500 euro
l'uno)
Eizo comuque nella linea CG produce dei 31.1
https://www.eizo.it/coloredge/cg319x/
Eh, si...ad un CG ci stavo proprio pensando...
Guarda, mi trovo davvero bene col CS (e il mio e' stato il primissimo
della serie), e devo dire che quando mi capita di mandarci lo stream che
viene dai robi che ricevono la TV, e' un piacere immondo vederci le
immagini (quasi) come sui Sony Trimaster che si usano per farle. ;)



sandro
Marco Ricci
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Io ho un lg 31mu97, che ormai ha 5 anni, ma funziona ancora molto
bene, ha praticamente una copertura totale argb ed e' dci 4k., 10
bit, ips.
Lg fa ottimi monitor a prezzi interessanti.

Ormai, se non si scassa, lo cambierò al prossimo cambio computer,
probabilmente con un altro LG, anche se al momento non fanno piu
nulla con quelle specifiche ,hanno un buon 32" e un interessante
34" ultrawide, nano ips, tb3, hdr, ma senza copertura argb, poco
sopra i 1000.

In alternativa samsung o dell.
Eizo costano troppo (il cg da 32 pollicincosta quasi 5000 euro)
anxhe se il controllo di luminosita sui singoli led, per avere
una uniformità totale del pannello è una gran figata
.

Ma considerato come lavora mac sui display retina, il meglio
sarebbe avere un 6k indirizzato a 3k (i modi retina lavorano bene
solo a risoluzioni multiple) o un 4k (o 8k) ma da almeno 34",
sperando che gli oled (che è un altro vedere) siano calati di
prezzo e abbiano risolto i problemi di burn-in
--
----Android NewsGroup Reader----
https://piaohong.s3-us-west-2.amazonaws.com/usenet/index.html
sandro
2020-04-12 11:19:35 UTC
Permalink
Post by Marco Ricci
Io ho un lg 31mu97, che ormai ha 5 anni, ma funziona ancora molto
bene, ha praticamente una copertura totale argb ed e' dci 4k., 10
bit, ips.
Lg fa ottimi monitor a prezzi interessanti.
I pannelli sono buoni, Eizo usa pannelli LG su diversi modelli.
Poi pero' conta anche quello che c'e' attorno...
Post by Marco Ricci
Ormai, se non si scassa, lo cambierò al prossimo cambio computer,
probabilmente con un altro LG, anche se al momento non fanno piu
nulla con quelle specifiche ,hanno un buon 32" e un interessante
34" ultrawide, nano ips, tb3, hdr, ma senza copertura argb, poco
sopra i 1000.
In alternativa samsung o dell.
Eizo costano troppo (il cg da 32 pollicincosta quasi 5000 euro)
anxhe se il controllo di luminosita sui singoli led, per avere
una uniformità totale del pannello è una gran figata
Roba per gente che ammortizza 5k euri in pochi giorni...
Post by Marco Ricci
Ma considerato come lavora mac sui display retina, il meglio
sarebbe avere un 6k indirizzato a 3k (i modi retina lavorano bene
solo a risoluzioni multiple) o un 4k (o 8k) ma da almeno 34",
sperando che gli oled (che è un altro vedere) siano calati di
prezzo e abbiano risolto i problemi di burn-in
Ecco.
Spero piuttosto che il CS230 viva sufficientemente perche' si possa
cambia
Marco Ricci
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
sperando che gli oled (che è un altro vedere) siano calati di> prezzo e abbiano risolto i problemi di burn-inEcco.Spero piuttosto che il CS230 viva sufficientemente perche' si possa cambiare con un OLED, a pari prezzo... :Psandro
Asus, con i proart sta facendo ottimi monitor pro.
Il pa32uc (che sibteova sui 2000 euro, e ti danno una sonda xrite)
e' un gran bel monitor.

Qui trovi una opinione/test di uno dei migliori fotografi che ci
sono ora in giro.l, confrontatoncon un eizo da 31"



Il modello asus pa32ucx (e qui siamo oltre i 4000 entrando in
range eizo) sulla carta è uno dei migliori monitor in giro
attualmente.

attorno ai 1200 euro fanno il pa329c, che però diventa meno
interessante, imho
--
----Android NewsGroup Reader----
https://piaohong.s3-us-west-2.amazonaws.com/usenet/index.html
sandro
2020-04-12 22:05:18 UTC
Permalink
Post by Marco Ricci
sperando che gli oled (che è un altro vedere) siano calati di> prezzo e abbiano risolto i problemi di burn-inEcco.Spero piuttosto che il CS230 viva sufficientemente perche' si possa cambiare con un OLED, a pari prezzo... :Psandro
Asus, con i proart sta facendo ottimi monitor pro.
Il pa32uc (che sibteova sui 2000 euro, e ti danno una sonda xrite)
e' un gran bel monitor.
Qui trovi una opinione/test di uno dei migliori fotografi che ci
sono ora in giro.l, confrontatoncon un eizo da 31"
http://youtu.be/7LdPDPM8_wo
Il modello asus pa32ucx (e qui siamo oltre i 4000 entrando in
range eizo) sulla carta è uno dei migliori monitor in giro
attualmente.
attorno ai 1200 euro fanno il pa329c, che però diventa meno
interessante, imho
Considerato che un 32", oltre a non interessarmi piu' di tanto non
c'entra proprio sul desk, la cosa mi fa sperare che un 27" (che e' il
taglio massimo a cui posso trovare posto) si possa trovare presto alla
cifra desiderata... :D



sandro
marco ricci
2020-04-08 19:36:34 UTC
Permalink
Post by Elwood
Grazie a Marco e Claudio per le risposte.
* Per poter avere una resa abbastanza affidabile quando applico profili colore per stampare, inutile applicare profili colore se il monitor è sballato dall'inizio (l'unico motivo che pensavo ci fosse)
* per potere avere uniformità fra stazioni di lavoro o monitor diversi
* per poter vedere le foto elaborate oggi, fra qualche anno, e vedere il risultato più simile possibile al momento dell'elaborazione
premesso che un monitor che esce di fabbrica precalibrato, esce
ragionevolmente ben tarato, nei limiti della sua fascia di prezzo, e per
l'utilizzo che il produttore ha immaginato, e sapendo che il tuo
utilizzo puo' essere diverso da quello che in fabbrica hanno supposto
(srgb, argb, dci, le candele di luminosita' che per uso fotografico
generalmente si tengono a 120 o meno, mentre le calibrazioni sono spesso
fatte per 300 candele)

e' chiaro che se non hai la sonda e hai un monitor precalibrato ti
accontenti, sapendo che comunque vedrai immagini piu' corrette della
stragrande maggioranza degli utenti consumer.

la frequenza della calibrazione dipende soprattutto dal tipo di monitor.
un monitor con retroilluminazione a lampade va calibrato piu' spesso di
uno a led, per dirne una..

io personalmente, con un discreto monitor led, con calibrazione HW (con
sonda esterna) lancio una calibrazione ogni 2 o 3 mesi.

ovviamente il monitor lo calibri per avere una corrispondenza tra la
fotografia scattata, e la fotografia visualizzata a monitor.
se il tuo monitor e' troppo rosso, farai correzioni epr levare quella
dominante, e aundo stampi manchera' rosso (se la stampante e' a posto)
se hai il monitor con i neri chiusi, in stampa (o visualizzando su un
monitor corretto) vedrai dettaglio ( e difetti) che tu non vedevi e non
hai corretto...

insomma si calibra per avere un'imamgine a monitor corretta, e quindi
applicare delle correzioni coerenti.

ovviamente se hai piu' postazioni (o se mandi i file a altre persone che
devono lavorarci) hai interesse ad avere un monitor corretto.


Come gia' detto calibrare il monitor e' il punto di partenza (e di
arrivo, se non hai altre periferiche) della catena.
se il moitor e' starato, farai correzioni che necessariamente non
rispecchieranno quello che tu vorresti in uscita.

calibrare la stampante e' un altro discorso.
le stampanti di fascia medio alta hanno sempre i profili per i tipi di
carte piu' utilizzati, e spesso gli stessi produttori di carte
rilasciano profili relativi alle varie stampanti.

profili che possono (o meno) includere il range di colori che tu vedi a
monitor a seconda del tipo di supporto e di hardware che utilizzi.

anche le stampanti possono essere ovviamente calibrate, creando un
profilo colore, con sonde spedifiche, (ci sono sonde che possono
lavorare sia c per il monitor che per la stampante), per uno speficico
set di inchiostri, con specifici tipi di carta..

altra cosa da calibrare per riprodurre soggetti mantenendo una buona
fedelta' cromatica lungo tutta la catena, sono i dispositivi di input
(scanner o macchina fotografica)

io per lo scanner ho una dia (IT8 target) come questa
Loading Image...

per la macchina fotografica, se devo creare un profilo speficico per una
illuminazione ben precisa (nel caso di riproduzioni, o se hai bisogno di
una colorimetria esatta) uso un x-rite passport
https://www.amazon.in/X-Rite-ColorChecker-Passport-Photo-MSCCPP/dp/B002NU5UW8

e poi creo dei profili colore per lightroom
Elwood
2020-04-14 08:52:43 UTC
Permalink
Post by marco ricci
insomma si calibra per avere un'imamgine a monitor corretta, e quindi
applicare delle correzioni coerenti.
Grazie Marco, tutto molto chiaro.
--
Elwood (Peter S.)
Claude
2020-04-08 12:48:49 UTC
Permalink
Post by Elwood
Ma la conseguenza di ciò? Quando qualcun altro le vede è meno probabile siano sballate?
Assolutamente no.
Post by Elwood
Perchè io elaboro le foto su un monitor, se le guardo su quel monitor son contento. La calibrazione mi preoccupa quando devo vederle su un altro media (stampe) o altro monitor, mi vien da dire, o no?
Certamente.
Post by Elwood
Immagino che anche se non carico profili delle stampanti, una elaborazione su un monitor calibrato abbia più probabilità di avere riproduzioni fedeli su altri dispositivi/media. immagino giusto?
No.
--
Sent from Win10
don camillo
2020-04-07 10:00:43 UTC
Permalink
Post by Claude
https://www.amazon.it/LG-3840x2160-Integrati-Multitasking-Regolabile/dp/B07KKNP8VK/ref=dp_ob_title_ce
Interessante.
Post by Claude
Lo uso per elaborazione foto/video ed al momento per quel prezzo e per
quanto l'ho sfruttato non tornerei indietro.
"Per quanto l'ho sfruttato"? Cioè? Voglio dire: hai usato il passato per
caso, o non lo usi più? E nel secondo caso, perchè?
Post by Claude
Profilato va una bomba.
Come l'hai profilato?

Ciao ciao.
--
#boicottiamoaioe #nonusiamoaioe #cisonoaltriottimiservernews
news.eternal-september.org | news.alphanet.ch | news.fcku.it
news.solani.org | www.mynewsgate.net | news.usenetserver.com
news.astraweb.com | freenews.netfront.net | news.neodome.net
news.forteinc.com | news.individual.net | news.albasani.net
Claude
2020-04-07 11:51:53 UTC
Permalink
Post by don camillo
"Per quanto l'ho sfruttato"? Cioè? Voglio dire: hai usato il passato per
caso, o non lo usi più? E nel secondo caso, perchè?
Fino ad ora... Domani chissà, di sti tempi...
--
Sent from Win10
DR
2020-04-07 11:54:51 UTC
Permalink
Post by Claude
Post by _merlinO_
Voi che monitor prendereste? (sotto i 500euro)
Io mi son preso un 32" per 380 euro...
https://www.amazon.it/LG-3840x2160-Integrati-Multitasking-Regolabile/dp/B07KKNP8VK/ref=dp_ob_title_ce
Lo uso per elaborazione foto/video ed al momento per quel prezzo e per
quanto l'ho sfruttato non tornerei indietro.
Profilato va una bomba.
Io sinceramente almeno un IPS lo prenderei.
Ci sono in giro una quantità di IPS per il mercato professionale che
escono già profilati con delta infimi rispetto a sRGB che per il
fotoamatore medio sono perfetti.
Un paio d'anni fa mi sono preso un AOC Q2790PQU e devo dire che mi sono
trovato molto bene senza aver toccato i preset di fabbrica (tranne
quelli "ovvi").

Davide.
Claude
2020-04-07 12:59:49 UTC
Permalink
Post by DR
Io sinceramente almeno un IPS lo prenderei.
Ci sono in giro una quantità di IPS per il mercato professionale che
escono già profilati con delta infimi rispetto a sRGB che per il
fotoamatore medio sono perfetti.
Un paio d'anni fa mi sono preso un AOC Q2790PQU e devo dire che mi sono
trovato molto bene senza aver toccato i preset di fabbrica (tranne
quelli "ovvi").
Un ips da 32" mi sarebbe costato come minimo il doppio. Avevo già il 27
ips e volevo fare il salto 4K e 32".

Onestamente non mi pento, tanto il monitor lo guardo frontalmente e non
ho collaboratori o gente esterna che lo deve vedere bene anche di lato o
inclinata rispetto a me.
--
Sent from Win10
DR
2020-04-07 14:25:36 UTC
Permalink
On 4/7/20 2:59 PM, Claude wrote:
<...>
Post by Claude
Onestamente non mi pento, tanto il monitor lo guardo frontalmente e non
ho collaboratori o gente esterna che lo deve vedere bene anche di lato o
inclinata rispetto a me.
Io con pannelli VA sopra i 24 pollici mi rendo conto di color shift
semplicemente guardando zone diverse dello schermo.
Poi, ovvio, può dare più o meno fastidio.

Davide.
Claude
2020-04-07 14:36:02 UTC
Permalink
Post by DR
Io con pannelli VA sopra i 24 pollici mi rendo conto di color shift
semplicemente guardando zone diverse dello schermo.
Poi, ovvio, può dare più o meno fastidio.
Si, ma per le mie esigenze di amatore va benissimo.

Ripeto che per avere un 32" ips avrei dovuto spendere 750 euro per
passare almeno al Benq per designer.
--
Sent from Win10
Marco Ricci
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Mi chiedevo quale monitor avesse senso comprare oggi. Ci sono i 24" ips full hd a buon prezzo, ma anche i 27" 2K e poi a salire.Io ho un vecchio Nec, che malgrado l'età, resta finora il miglior monitor che ho visto nella fascia economica in questi anni (fedeltà colori, nitidezza naturale, uniformità luce, angolo, ecc.). In questi giorni pensavo mi stesse lasciando, invece era un problema del pc. Comunque m'ha messo la pulce nell'orecchio.Voi che monitor prendereste? (sotto i 500euro)
Gli oled sono ancora cari.
Di conseguenza negli ultimi anni è cambiato poco.
Ips, 10bit, argb, e magari che supporti almeno hdr10, buona
connettività (lo usi du un mac recente o pc?
4k se almeno da 30" (sotto non saprei se consigliarlo, a meno non
ti serva a uso video, anchese lmpatto del4k è notevole)

Con 500 euro e quelle specifiche l, forse trovi dei 24.
A te vedere se preferisci qualcosa di più grande e leggermente
meno qualitativo, o restare su un monitor più piccolonkandi
miglior qualita.

https://www.amazon.it/Monitor-BenQ-PD2700U-Grafico-Rec-709/dp/B07G
LR6RQF?ref_=mw_olp_product_details

Questo è un buon compromesso.
Oppure guarda i dell ultrasharp.

Se ti sta bene uno ricondizionato, questo è buono
https://www.amazon.it/LG-27UK850-3840x2160-FreeSync-MAXXAudio/dp/B
0798QM8BP
--
----Android NewsGroup Reader----
https://piaohong.s3-us-west-2.amazonaws.com/usenet/index.html
Hybrid
2020-04-08 13:17:10 UTC
Permalink
Post by _merlinO_
Mi chiedevo quale monitor avesse senso comprare oggi.
Ci sono i 24" ips full hd a buon prezzo, ma anche i 27" 2K e poi a salire.
Io ho un vecchio Nec, che malgrado l'età, resta finora il miglior monitor che
ho visto nella fascia economica in questi anni (fedeltà colori, nitidezza
naturale, uniformità luce, angolo, ecc.). In questi giorni pensavo mi stesse
lasciando, invece era un problema del pc. Comunque m'ha messo la pulce
nell'orecchio.
Voi che monitor prendereste? (sotto i 500euro)
Io ho preso ViewSonic VX2257-MHD e mi trovo molto bene.
Ne ho presi due negli ultimi 3 anni, uno da usare principalmente con
Raspberry PI3 e l'altro con videosorveglianza NVR HikVision
Sono affidabili ed hanno un buon rapporto qualità presso....
Nel sito toverai le caratteristiche
https://www.viewsonic.com/it/products/lcd/VX2257-mhd.php ed altri
vari modelli....
--
Hybrid
----------------------
Man's worst invention: the hybrid car !
Aladino
2020-04-08 14:59:59 UTC
Permalink
Post by Hybrid
ViewSonic
Il mio primo LCD... Viewsonic VX2000, 20" 1600x1200 pixel... del 2003 ed
è ancora funzionante. Nonostante il prezzo di allora, ho sempre ritenuto
che fossero soldi ben spesi, e prima avevo comunque un buon monitor,
Sony Trinitron mi pare da 19"...
--
Per contattarmi, togliere -NOSPAM- dall'indirizzo.
To contact me, remove -NOSPAM- from address.
Claude
2020-04-08 15:06:08 UTC
Permalink
Post by Aladino
Post by Hybrid
ViewSonic
Il mio primo LCD... Viewsonic VX2000, 20" 1600x1200 pixel... del 2003 ed
è ancora funzionante. Nonostante il prezzo di allora, ho sempre ritenuto
che fossero soldi ben spesi, e prima avevo comunque un buon monitor,
Sony Trinitron mi pare da 19"...
Il 32 viewsonic che mi è arrivato prima dell'LG era un disastro. Meno
male che Amazon veNde e provvede.
--
Sent from Win10
Marco Ricci
1970-01-01 00:00:00 UTC
Permalink
Anche io ho avuto brutte esperienze con viewsonic.
Mi sono trovato bene con lg, dell, samsung
--
----Android NewsGroup Reader----
https://piaohong.s3-us-west-2.amazonaws.com/usenet/index.html
DR
2020-04-08 15:32:29 UTC
Permalink
Post by Marco Ricci
Anche io ho avuto brutte esperienze con viewsonic.
Mi sono trovato bene con lg, dell, samsung
I Viewsonic una volta erano buoni. Non mi sorprende che Aladino si sia
trovato bene nel 2003...

Davide.
Loading...